agenzia matrimoniale Maruska   i media che parlano di noi...
Il Giornale
edizione e data: mercoledí 21 giugno 2000
titolo: Diecimila ragazze dell'Est pronte a sposarsi a Torino
sottotitolo: La titolare dell'agenzia Maruska:"Le conosco una ad una. Attratte dal denaro? Mah"
firmato:Franco Garnero

(qui sotto riportiamo il testo originale dell'intervista e facciamo un link alla rettifica pubblicata il giorno dopo 22/06/2000 a seguito della mia lettera di protesta per il titolo, il sottotitolo, i tagli, gli accostamenti..)

testo originale dell'intervista, che io avevo rilasciato:


L'agenzia Maruska, di Franco Garnero

È nata 9 anni fa e ora è la più grande d'Europa.Parliamo di Maruska, naturalmente, l'agenzia italo-ceca che conta nei suoi archivi ben 10.000 iscritte.
Nata da un'intuizione di Elisabetta de Carli, due divorzi alle spalle e un terzo, felice, matrimonio col praghese Michal Maruska, più giovane di lei di 20 anni, deve la sua fortuna alla caduta del Muro, sì, proprio quello di Berlino, che ha aperto le frontiere dell'Europa dell'Est e ha permesso agli Italiani amanti delle valchirie bionde e alle Slave incapaci di resistere al fascino latino di incontrarsi.
Coadiuvata da una molto paziente segretaria e dalle cattedrali informatiche costruite dal marito che è riuscito a trasferire tutta l'attività dell'agenzia su internet (http://www.ruska.it) la de Carli cura personalmente i rapporti con i suoi 500 iscritti e con l'esercito di iscritte.
Sui muri della sede di via Bellotti Bon 2 fanno bella mostra di sé i numerosi articoli pubblicati sui giornali di tutta Europa e le cassette dei programmi televisivi in cui è apparsa: "Noi lavoriamo dalla parte delle donne - spiega sorridente la signora - e questa è la migliore garanzia per l'uomo. I nostri iscritti infatti devono compilare il nostro questionario, poi possono esaminare le schede delle iscritte che rispondono ai loro parametri. A quelle che l'iscritto trova di proprio gradimento noi spediamo una proposta scritta completa di scheda informativa dell'uomo. Se la donna pensa che valga la pena di conoscerlo, noi diamo a quest'ultimo l'indirizzo della ragazza. Questo sistema di vincoli incrociati è estremamente rispettoso della privacy e spinge entrambi gli interessati a riflettere bene prima di incontrarsi."
Ci sono però una quantità di ostacoli, la lingua, i visti, il costo dei viaggi. Come superate questi problemi? "Quasi tutte le nostre ragazze hanno una discreta conoscenza dell'Inglese e, quando 'sentono' di aver trovato il partner giusto, si mettono a studiare l'Italiano con buoni risultati, grazie anche alla naturale predisposizione degli Slavi. Il costo dei viaggi dipende da chi li fa. Se si vola in prima classe e si scende negli alberghi a cinque stelle, i milioni fanno in fretta a sparire, ma si può anche viaggiare in macchina, magari con un altro iscritto, in treno come in corriera e alloggiare in dignitosi alberghi a tre stelle; in questi casi la spesa si riduce drasticamente.
" A un uomo normale che sfoglia il suo archivio fotografico viene il mal di cuore. Come è possibile che tutte queste belle ragazze vogliano veramente sposare un Italiano e non siano invece semplicemente attratte da una vita più comoda in un Paese dell'area Schengen? "In linea puramente teorica questo rischio naturalmente esiste - ammette la signora Maruska - ma esiste anche con le ragazze di casa nostra. Come fa un uomo benestante a sapere con certezza se la sua ragazza ama davvero lui o piuttosto il suo portafogli? Ed è innegabile che agli occhi di quasi tutti gli Europei dell'Est sembri ricco anche chi di noi ha un reddito modesto. Nella pratica però le posso dire che nella mia agenzia ci sono parecchie belle ragazze che hanno rifiutato dozzine di proposte di possibili partner anche decisamente ricchi perché evidentemente non li trovavano di loro gusto. E poi diamo un po' di fiducia sia alla serietà delle mie iscritte, che conosco quasi tutte di persona, sia all'intelligenza dei miei iscritti, che di certo non si lasciano abbindolare tanto facilmente."
Quanto costa iscriversi? "Per le donne assolutamente nulla, e non potrebbe essere altrimenti, data la situazione reddituale di quei Paesi. Gli uomini possono scegliere fra 4 abbonamenti da un minimo di 350.000 per la presentazione a una sola persona a un massimo di 2.000.000 per un numero illimitato di presentazioni. La presentazione a 100 ragazze, per esempio, costa (tutto compreso) 950.000. Quanti matrimoni ha 'celebrato' in questi nove anni? "Un migliaio circa." Divorzi? "Che io sappia, a tutt'oggi, uno."
Il cliente tipo? "Dal ventenne che vuole sposarsi perché ha già un lavoro al settantenne che è solo e vuole passare in compagnia gli ultimi anni. In mezzo l'esercito dei trenta-cinquantenni che, sistemato il lavoro e data una direzione alla propria vita, decide di pianificare il proprio matrimonio. Per quanto riguarda le ragazze la voglia di metter su famiglia con una persona seria."

Perché il maschio italiano riscuote tanto successo all'Est? "Perché è un uomo vecchio stampo, che ama la famiglia e mette al primo posto la moglie e i figli." Il cliente che più l'ha colpita? "I miei iscritti si fidanzano al primo appuntamento nell'80 per 100 dei casi. Il restante 20 per 100 é composto dagli "incontentabili", che di incontri ne fanno a dozzine e dagli "indecisi" che non concludono mai. Ricordo però un iscritto che ha trovato l'anima gemella dopo 79 incontri. Io pensavo che non si volesse sposare per davvero, e io non incoraggio mai queste situazioni, ma i fatti mi hanno dato torto. Vive qui a Torino e viene tutte le domeniche a trovarmi, mano nella mano con la sua bella Lituana."

Testo uscito sul giornale

titolo: Diecimila ragazze dell'Est pronte a sposarsi a Torino

La titolare dell'agenzia Maruska?"Le conosco una ad una. Attratte dal denaro? Mah"

È nata 9 anni fa e ora è la più grande d'Europa. Parliamo di Maruska, naturalmente, l'agenzia italo-ceca che conta nei suoi archivi ben 10.000 iscritte.
Nata da un'intuizione di Elisabetta de Carli, deve la sua fortuna alla caduta del Muro, che ha aperto le frontiere dell'Europa dell'Est e ha permesso agli Italiani amanti delle valchirie bionde e alle Slave incapaci di resistere al fascino latino di incontrarsi.
"Noi lavoriamo dalla parte delle donne - spiega sorridente la signora - e questa è la migliore garanzia per l'uomo. I nostri iscritti infatti devono compilare il nostro questionario, poi possono esaminare le schede delle iscritte che rispondono ai loro parametri. A quelle che l'iscritto trova di proprio gradimento noi spediamo una proposta scritta completa di scheda informativa dell'uomo. Se la donna pensa che valga la pena di conoscerlo, noi diamo a quest'ultimo l'indirizzo della ragazza. Questo sistema di vincoli incrociati è estremamente rispettoso della privacy e spinge entrambi gli interessati a riflettere bene prima di incontrarsi."
Ci sono però una quantità di ostacoli, la lingua, i visti, il costo dei viaggi. Come superate questi problemi? "Quasi tutte le nostre ragazze hanno una discreta conoscenza dell'Inglese e, quando 'sentono' di aver trovato il partner giusto, si mettono a studiare l'Italiano con buoni risultati, grazie anche alla naturale predisposizione degli Slavi. Il costo dei viaggi dipende da chi li fa. Se si vola in prima classe e si scende negli alberghi a cinque stelle, i milioni fanno in fretta a sparire, ma si può anche viaggiare in macchina, magari con un altro iscritto, in treno come in corriera e alloggiare in dignitosi alberghi a tre stelle; in questi casi la spesa si riduce drasticamente.
" A un uomo normale che sfoglia il suo archivio fotografico viene il mal di cuore. Come è possibile che tutte queste belle ragazze vogliano veramente sposare un Italiano e non siano invece semplicemente attratte da una vita più comoda in un Paese dell'area Schengen? "In linea puramente teorica questo rischio naturalmente esiste - ammette la signora Maruska - ma esiste anche con le ragazze di casa nostra. Come fa un uomo benestante a sapere con certezza se la sua ragazza ama davvero lui o piuttosto il suo portafogli? Ed è innegabile che agli occhi di quasi tutti gli Europei dell'Est sembri ricco anche chi di noi ha un reddito modesto. Nella pratica però le posso dire che nella mia agenzia ci sono parecchie belle ragazze che hanno rifiutato dozzine di proposte di possibili partner anche decisamente ricchi perché evidentemente non li trovavano di loro gusto. E poi diamo un po' di fiducia sia alla serietà delle mie iscritte, che conosco quasi tutte di persona, sia all'intelligenza dei miei iscritti, che di certo non si lasciano abbindolare tanto facilmente."
Quanti matrimoni ha 'celebrato' in questi nove anni? "Un migliaio"
Divorzi?
"Che io sappia, a tutt'oggi, uno."
Il cliente che l'ha più colpita? Ricordo un iscritto che ha trovato l'anima gemella dopo 79 incontri. Io pensavo che non si volesse sposare per davvero, e io non incoraggio mai queste situazioni, ma i fatti mi hanno dato torto. Vive qui a Torino e viene tutte le domeniche a trovarmi, mano nella mano con la sua bella Lituana."

  • lettera di protesta con richiesta di rettifica pubblicata il giorno dopo


  • altri articoli


    pagine scritte e curate da Michal Maruska & Elisabetta de Carli Maruskova.

    Home page