agenzia matrimoniale Maruska - domande e risposte del mese di novembre 2000

Abbiamo deciso di pubblicare lettere che riceviamo e la cui lettura puó essere utile a tutti coloro che vogliono informazioni: sono lettere rigorosamente vere (naturalmente rese anonime per il rispetto della privacy)
[attenzione: qualsiasi prezzo o qualsiasi informazione riguardo a documenti, visti, orari cui si faccia riferimento in queste lettere si riferisce alla data nella quale la lettera è stata scritta]

indice delle altre lettere


novembre

Date: Sat, 04 Nov 2000 12:12:25 -0800 (PST)

Alla cortese attenzione di
Elisabetta de Carli Maruskova
Spettabile agenzia!
Le scrivo perche mi trovo al punto quando sono costretta a chiedere una mano. Non ho nessuna idea se Loro sono in grado ad aiutarmi. Sono stata molto felice a trovare l'uomo dei miei sogni in Italia. (Credo che sara ora che Loro buttano via il mio numero e il nome dal Loro catalogo). Io e il mio fidanzato siamo veramente inammorati e non possiamo piu vivere uno senza l'altro. Il nostro amore si rafforza del fatto, che facciamo lo stesso mestiere e quindi abbiamo molto in comune. Non vediamo l'ora di sposarsi e metterci sulla buona famiglia. Io sono gia stata in Italia per quattro volte e noi non possiamo piu sopportare le partenze e la separazione. Perche allora non ci sposeremo subito? Il problema e che il mio fidanzato e separato e che ancora due anni dobbiamo aspettare il divorzio. Non si puo dipingere nei colori gusti tutto quello che abbiamo fatto e pensato a fare per risolvere il problema, quanti ufficci abbiamo chiesti, e quante lettere abbiamo scritte Abbiamo gia trovato la possibile soluzione per la nostra situazione. In maggio abbiamo costituito la societa in nome colettivo tra di noi due, per svolgere in Italia la nostra attivita. Adesso c'e il problema del permesso di soggiorno e prima il visto per lavoro autonomo. Quello che mi ha colpito dopo tutte le "avventure", e che in questura e in ambasciata mi fanno un sacco dei problemi per venire in Italia.
Perche non mi dicono chiaro, dove devo andare per chiedere i documenti necessari per il visto per lavoro autonomo, e perche non mi dicono di preciso, i quali documenti sono necessari?
L'ultima volta sono venuta in Italia in luglio per due mesi, speravo, che secondo la legge potro convertire il mio permesso di soggiorno turistico in permesso di soggiorno per lavoro autonomo. Allora, prima di tutto, in questura c'e stata la fila pazzesca. Li quando sono arrivata dopo due giorni del mio arrivo, mi hanno detto di tornare ancora dopo quindici giorni, poi quando sono tornata mi hanno detto che il permesso turistico sara pronto solo dopo un mese, quindi dopo 45 giorni del mio arrivo, e secondo la legge deve essere rilasciato entro 20 giorni!
Poi ho spedito la richiesta di conversione di permesso di soggiorno nella Direzione Provinciale del Lavoro per sapere se ci sono le quote d'ingresso per i motivi del lavoro autonomo. Ma la risposta di quell'ufficcio puo arrivare solo dopo due mese come minimo . Allora dovevo tornare alla patria e lasciare di nuovo il mio fidanzato. Lo so che e molto piacevole vedere ancora tutti i miei parenti, ma alla fine dei conti, mio fidanzato ha gia 44 anni, se io posso aspettare ancora una decina di anni per sposare, lui e un po'stressato io sento anche un po' di colpa perche e per la raggione di mia cittadinanza che il mio fidanzato soffre, e anche se lui mi dice che mi ama e non vuole nessuna altra donna, io spesso mi dico, che sono io la causa dei nostri insuccessi adesso sembra che c'e l'ho tutti i documenti necessari per ottenere il visto per lavoro autonomo:
La nulla osta di questura, l'atto costitutivo di societa, il documento riguarda i parametri del riferimento finanziari della Camera di Comercio, la delega in banca in Italia, la disponibilita di alloggio, la dichiarazione di valore del mio diploma, l'iscrizione in albi artigianati. Non so che cosa ancora puo servire, non si capisce neanche che cosa mi serve per il nostro tipo di societa, per il nostro tipo di attivita Adesso ho anche cambiato il passaporto perche ho 25 anni e sara scaduto in maggio. Ho quindi la seria nuova del passaporto, e ho paura che mi fanno ancora dei problemi al'ambasciata. Non so piu cosa faro se mercoledi al'amabasciata mi rifiutano del'visto. Perche tutto questo anno abbiamo anche sopportato le spese per i viaggi. Non dico che io rischio sempre di perdere il mio lavoro a Kijev, perche in agenzia dove lavoro non le piace molto che io ogni tanto vado via. Io vivo sempre sotto la paura che perdero tutto, il lavoro, il fidanzato, e il senso di vivere. Certo, che questa storia mi ha insegnato molto corragio e pazienza, ma devono essere i limiti di assurdita della gente. Puo darsi Loro mi possono dare qualche consiglio di che cosa posso fare. Credo che Loro prevedono questo caso, quando il Loro cliente italiano, separato trova la fidanzata straniera e non possono vivere insieme perche il divorzio in Italia richiede tre anni. Come si puo risolvere? Che cosa posso fare io per ottenere il visto di lavoro autonomo (al'ambasciata, quando ho chiesto il detto visto in luglio mi hanno detto, che non ho tutti i documenti necessari, ma non mi hanno detto i quali documenti mi servono, invece mi hano dato "la gazzetta ufficciale", dove sembra che e scritto tutto Abbiamo letto questa gazetta insieme con un avvocato in Italia, e neanche l'a vvocato ha capito niente! Adesso non posso prevedere come andra mercoledi Forse da Loro sono stati gia i casi simili. Potrebbero scrivermi, come si fa nel caso come il nostro? Le prego aiutarmi, e sono molto grata che Loro hanno letto la mia lettera.
Distinti saluti
D

ora rileggero' con più attenzione la tua lettera che mi ha lasciato veramente esterrefatta, e dire che dovrei esserci abituata...
Purtroppo nessuno mai dei miei clienti ha richiesto visti per lavoro autonomo, generalmente quando hanno il problema di non potersi sposare assumono la fidanzata come collaboratrice domestica oppure hanno la possibilità di offrire un lavoro presso un ufficio o altro. Ma anche per loro, come per tutti quelli che si trovano a combattere con la burocrazia i problemi sono infiniti. Tu dici che avete letto la gazzetta ufficiale con l'avvocato che non ci ha capito nulla, questo succede anche nelle ambasciate, che non sanno cosa fare e quindi rimandano, danno informazioni inesatte o imprecise e chi ne fa le spese sono sempre le persone in coda.
Ancora una volta ti dico che sono veramente dispiaciuta di non poterti aiutare in questa situazione, spero davvero che mercoledi', come dici, quando andrai all'ambasciata si risolva tutto. Fammi sapere
Ti faccio i miei migliori auguri, ma non ce ne sarà bisogno, avrai una vita felice con il tuo fidanzato, di questo ne sono sicura, in dieci anni di lavoro vedo che le coppie miste sono le migliori..
Sempre a Tua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova

Date: Sun, 5 Nov 2000 17:21:55 +0100

Subject: info particolare
Salve,
ho 27 anni e sono da poco ritornato da un bellissimo viaggio a Pietroburgo e Yaroslavl (in completa autonomia), un esperienza fantastica e indimenticabile.
Corrispondo con assiduita con moltissime ragazze russe. Vorrei da voi un informazione o il prezzo di un vostro eventuale aiuto. Io conosco già qualche ragazza che mi piacerebbe invitare per qualche settimana o un paio di mesi o più a Bologna. Pero' ho difficoltà nelle pratiche burocratiche.
Io conosco la seguente prassi :
  1. la ragazza russa deve ricevere un invito da me (dove si trova il modulo per fare questo invito? all'ufficio stranieri della questura di Bologna non ne sanno niente. Si richiede in comune o all'ambasciata Russa in Italia?)
  2. invece dell'invito posso inviare una prenotazione alberghiera via fax alla ragazza russa, con il periodo relativo prenotato?
  3. con questo invito (o prenotazione alberghiera) la ragazza russa puo' recarsi all'ambasciata e richiedere un visto turistico.
  4. e' vero che deve esibire all'ambasciata italiana in russia contanti o travellers cheques per almeno 50$ al giorno per tutto il periodo del soggiorno in italia? E' vero che io ne sono responsabile?
  5. se il biglietto aereo devo pagarglielo io come posso fare per farglielo avere con sicurezza.
E' maledettamente complicato questo sistema!
Se pensassi di affidarmi a voi e vi fornissi il nome e indirizzo della ragazza quanto mi costerebbe farla venire a Bologna (biglietto aereo Aeroflot su Milano o AirFrance su Bologna - invito+visto per 3 mesi) con la certezza che venga davvero ?
Vorrei ospitarla a casa mia ma vorrei mantenere riservato l'indirizzo, magari utilizzando una prenotazione alberghiera fittizia.
cordiali saluti



1. la ragazza russa deve ricevere un invito da me (dove si trova il modulo per fare questo invito? all'ufficio stranieri della questura di Bologna non ne sanno niente. Si richiede in comune o all'ambasciata Russa in Italia?)
si richiede in qualsiasi comune in Italia, sul mio sito c'e' un fac-simile nella pagina dei visti
2. invece dell'invito posso inviare una prenotazione alberghiera via fax alla ragazza russa, con il periodo relativo prenotato?
la prenotazione alberghiera deve essere accompagnata dall'iscrizione in camera di commercio dell'albergo che deve fornirLe anche un voucher pre-pagato
3. con questo invito (o prenotazione alberghiera) la ragazza russa puo' recarsi all'ambasciata e richiedere un visto turistico.
deve anche esibire la fotocopia della Sua dichiarazione dei redditi, la fotocopia del Suo documento, il Suo stato civile libero (altrimenti deve firmare la lettera di invito anche l'eventuale coniuge) e la prenotazione aerea andata e ritorno biglietto chiuso (le agenzie di viaggio Le faranno una prenotazione anche senza essere certi della data, con eventuale cambiamento in caso di ritardo del visto)
4. e' vero che deve esibire all'ambasciata italiana in russia contanti o travellers cheques per almeno 50$ al giorno per tutto il periodo del soggiorno in italia?
si' e' vero, anche se da ambasciata ad ambasciata le somme cambiano leggermente.
E' vero che io ne sono responsabile?
Lei e' responsabile delle eventuali spese mediche, Le consiglio di farle un'assicurazione temporanea (la Questura, al suo ingresso in Italia, intanto la richiede sempre) cosi' non avrà nessun problema
5. se il biglietto aereo devo pagarglielo io come posso fare per farglielo avere con sicurezza.
le agenzie di viaggio fanno i "prepagati" e la ragazza va a ritirare il biglietto o all'aeroporto o alla sede della compagnia aerea, un giorno o due dopo, oppure spedisce i soldi con la Western Union, che e' un po cara, ma a volte necessaria: i soldi arrivano in mezz'ora
Se pensassi di affidarmi a voi e vi fornissi il nome e indirizzo della ragazza quanto mi costerebbe farla venire a Bologna >(biglietto aereo Aeroflot su Milano o AirFrance su Bologna - invito+visto per 3 mesi) con la certezza che venga davvero ?
"la certezza che venga davvero" dipende dalla ragazza: ha davvero voglia di venire? e poi dipende dall'Ambasciata: Lei ha la possibilità di invitarla? (il 740 deve certificare un reddito annuo di 30 milioni lordi) La Sua ragazza ha un lavoro fisso? quando una ragazza non ha il lavoro fisso oppure non frequenta un corso regolare di studi l'Ambasciata crea un sacco di problemi e spesso rifiuta il visto Noi non siamo un'agenzia di viaggio e i visti sono personali, se non vuole invitare Lei la ragazza, faccia fare l'invito da un Suo familiare
Vorrei ospitarla a casa mia ma vorrei mantenere riservato l'indirizzo, magari utilizzando una prenotazione alberghiera fittizia.
Come Le ho spiegato, non e' possibile utilizzare prenotazioni alberghiere se non certificate
E' maledettamente complicato questo sistema!
Finche' non butteranno giù le frontiere ....
Sempre a Sua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova

Date: Wed, 08 Nov 2000 20:49:11 +0100

Subject: Info. per viaggio in Ucraina
Buongiorno,
io mi dovrei recare a L'vov in Ucraina, ma soltanto per 5 o 6 ore. Come posso ottenere il visto in breve tempo? Non è possibile ottenerlo direttamente alla frontiera, o magari entrare anche senza visto?
Se mi potesse dare qualche informazione a riguardo le sarei molto grato. grazie.

Purtroppo per entrare in Ukrajna bisogna avere sempre il visto e da circa tre anni il visto si ottiene soltanto in ambasciata a Roma ed è subordinato o alla prenotazione con pagamento anticipato dell'albergo o ad una "lettera di invito" (vidimata dalla polizia locale) fatta da un cittadino ukrajno
Qualsiasi agenzia di viaggio ben organizzata Le può prenotare un albergo a Lvov (richieda il meno costoso, anche se purtroppo gli alberghi "convenzionati" cioè quelli che sono accreditati presso l'ambasciata sono sempre tra quelli più costosi) per un giorno
C'è ancora la possibilita di andare a Budapest o a Bratislava (o a Kosice o a Debrecen) alle ambasciate ukrajne a richiedere il visto, questo però senza la garanzia di ottenerlo. Noi l'abbiamo sempre avuto, (una volta da Praga due volte da Budapest e una da Kosice) ma l'ultima volta a Budapest ci hanno detto che da luglio di quest'anno agli stranieri non lo fanno più .. e lo devono richiedere nel paese d'origine. Oppure, passando dalla Polonia potrebbe richiedere a Cracovia un visto di transito (in genere lo fanno per due giorni) dicendo di dover andare in Ungheria o viceversa. Sul mio sito ci sono le sedi di tutte le ambasciate ukraine (e' in russo, ma cercando Budapest o Bratislava poi capisce i telefoni, per sapere indirizzi, orari e giorni di apertura)
Mi faccia poi sapere come l'ha risolta..
Sempre a Sua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova

Date: Tue, 14 Nov 2000 10:44:33 +0100 (CET)
Subject: Destinazione L'vov!!
Ho provato per una settimana a chiamare l'ambasciata Ukraina in Italia e nessuno mi ha mai risposto. Parlando con dei camionisti che fanno spesso viaggi nelle repubbliche dell'ex Unione Sovietica ho saputo che è normale che in ambasciata non ci sia nessuno e mi hanno consigliato,considerando che vado in Ukraina assieme ad un cittadino Ukraino,di provare a chiedere il visto all'ambasciata in Polonia con l'invito dell'Ukraino. Proverò a fare così e se non mi fanno entrare resterò in Polonia! Comunque parto giovedì 16/11 e per domenica dovrei essere di nuovo in Italia. Le farò sapere al più presto come è andata.
Grazie dei consigli.
Un'altra cosa:molta gente mi ha sconsigliato di entrare in Ukraina,perché è lo stato più povero di quelli dell'ex U.R.S.S. e di conseguenza è molto pericoloso. Altri invece,che sono stati a Mosca,dicono che per gli italiani non c'è pericolo perché ben visti. Oleg,il ragazzo ukraino che viene in viaggio con me dice che c'è si criminalità,ma che se ci si muove nei posti giusti non c'è nessun problema. Secondo lei com'è la situazione?
Saluti

Credo che sia una bella idea quella di richiedere il visto in Polonia, (ma perché in Polonia e non anche in Slovacchia o repubblica Ceca? -dipende dalla strada che fa). Consideri che le ambasciate ukraine sono aperte in genere tre giorni la settimana e davanti c'e' sempre una bella coda, quindi si informi PRIMA dell'orario e poi si presenti all'ambasciata alle 7 del mattino per essere tra i primi. In genere si presentano i documenti la mattina e si vanno a ritirare il pomeriggio. L'"invito" dell'Ukraino ce l'ha già? Sa che deve essere un invito vidimato dalla questura del luogo di residenza della persona che invita? In alternativa, se non ce l'avesse, si faccia mandare via fax una prenotazione alberghiera da un albergo in Ukrajna e magari gliela passano. (Soltanto in Italia, credo, vogliono il voucher prepagato) E poi soprattutto sia convincente e risoluto...
Per quanto riguarda la sicurezza io sono molto ottimista, ho girato in lungo e in largo l'Ukraina con mia figlia piccola e senza conoscere il russo e ho solo sempre incontrato gente perbene. Naturalmente usavo gli accorgimenti che uso in Italia: non camminare da sola di notte nelle strade buie e non frequentate, non dormire in macchina nei posti poco illuminati, non frequentare posti tipo night o bar malfamati eccetera. Tutto sommato e molto più pericoloso girare in Italia che in Ukrajna.
auguri e buon viaggio
Elisabetta de Carli Maruskova

Date: Tue, 28 Nov 2000 09:42:15 +0100
Subject: Ritorno
Ciao,
Mi dovevo recare in Ukraina per accompagnare un mio amico ukraino e sua moglie nel loro paese. Il mio amico vive in Italia da un anno e sua moglie era venuta qui come turista per cui doveva tornare a casa prima che scadesse il visto. Il mio amico la voleva accompagnare fino a casa da solo e io gli ho detto che sarei venuto anche io, così avrei potuto vedere l'Ukraina e in due ci saremmo potuti alternare nella guida.
Avevamo pensato di passare per Ceca e Polonia perché le strade sono migliori, ma arrivati al confine con la Ceca la polizia ci disse che io potevo passare ma gli ukraini no, perché dal 1999 occorre il visto. La stessa cosa valeva per la Slovacchia per cui siamo passati per l'Ungheria.
Un paese così brutto non lo avevo mai visto! Abbiamo attraversato l'Ungheria di notte e a Debrecen siamo stati fermati dalla polizia che inizialmente ci hanno chiesto 1000 marchi per lasciarci andare, ma poi contrattando siamo arrivati a 250 marchi!
Arrivati alla frontiera di Cop gli ungheresi mi hanno lasciato passare ma non sono potuto entrare in Ukraina perché non avevo il visto, e sono rimasto nel ponte che divide i due stati. Nel frattempo la moglie del mio amico è andata di là ed è tornata a casa con un Taxi.
Noi abbiamo ripassato la frontiera Ungherese e siamo tornati in Italia.
La polizia di frontiera ungherese voleva soldi per farci passare velocemente e io ho fatto finta di non capire.
Qualche chilometro più avanti altri poliziotti mi volevano fermare, mi sono fermato, gli ho salutati e sono ripartito!! Fortunatamente sono rimasti là e non hanno cercato di seguirmi!
Per il resto del viaggio fuori dalla Comunità Europea niente di speciale. Comunque mi organizzo meglio e quest'estate vado a fare un giro in Ukraina(evitando L'Ungheria).
Grazie dei consigli
ciao.

Date: Thu, 9 Nov 2000 23:54:24 +0100

Subject: Quesiti
Egr. Maruska,
ho 38 anni e navigando in cerca di notizie sui Paesi dell' est mi sono ritrovato sul vostro sito internet.
Sito veramente ben fatto che oltre a dare informazioni dettagliate comunica cordialità e familiarità.
Ho sempre pensato che ad un' agenzia di incontri si potesse chiedere di tutto ma non certo umanità; devo dire che dopo aver navigato tra le vostre pagine web mi sono ricreduto.
Mi avete proprio convinto ( spero non debba pentirmene in seguito) vorrei diventare uno dei vostri clienti.
Ho visitato alcune città dell' est (Praga, Budapest, Sofia, Bucarest ecc ) e ricordo ancora con nostalgia la gente del posto. Così, non essendo sposato, vorrei intraprendere una relazione seria e duratura con una ragazza straniera.
Rimangono purtroppo dei problemi logistici da risolvere; infatti vivo e lavoro in Sicilia (distante anni luce dalla vostra agenzia più prossima) e vorrei cominciare a capire meglio come il nostro rapporto possa perfezionarsi, con quali costi, tempi e modalità si possa arrivare all' obiettivo finale.
Cordiali saluti

La ringrazio molto delle parole che ha scritto sul nostro sito. Sono contenta che si sia convinto, leggendole, a diventare nostro cliente, e sono convinta che ne sarà contento, perché se ricorda e ama già la gente dell'Est avrà molte possibilità nella nostra agenzia di trovare, fra tante, proprio la ragazza giusta per Lei.
L'unico consiglio che, per ora, posso darLe, è quello di cominciare a visionare le schede delle ragazze che corrispondono ai Suoi parametri. Può far questo senza iscriversi ancora, mandandoci il modulo corrispondente: modulo, allegando la fotocopia di un documento, la fotocopia di un documento che attesti lo stato civile libero, e la ricevuta di un versamento di lire 60.000 (IVA compresa). Riceverà un email di conferma con la password per accedere al Suo file con le schede.
Poi in un secondo tempo deciderà quale delle varie iscrizioni che ci sono, Le conviene di più.
Posso soltanto aggiungere che cercare la ragazza giusta non è un'impresa da poco, non bisogna guardare soltanto le fotografie, o basarsi su questioni logistiche (almeno in un primo momento) ma cercare di leggere e interpretare quello che le ragazze scrivono di sé e di quello che cercano. Bisogna anche considerare che le ragazze non scelgono molto facilmente e abbiamo una media di risposte positive che si aggira soltanto sul 10% di quello che spediamo, quindi consigliamo sempre agli uomini di selezionare un numero alto di schede per aver poi la possibilità di valutare tra almeno una decina di risposte positive.
Sempre a Sua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova

Date: Fri, 10 Nov 2000 18:08:05 +0400

Subject: alla cortese attenzione di Maruska
In più occasioni mi e' capitato di leggere presso il vostro sito, informazioni inerenti problematiche con l'ambasciata italiana di Kiev.
Mi trovo in una situazione molto spiacevole: da molti mesi sto' cercando di ottenere un invito per turismo per la mia ragazza (che conosco da circa 3 anni). senza raccontare tutti i problemi incontrati per entrare in consolato, risolti soltanto pagando piccole tangenti quà e la ' , vengo subito al sodo. Nonostante io abbia presentato una documentazione perfettamente confacente alle richieste del consolato (sia da parte mia che della mia ragazza) ho ricevuto il diniego del visto per motivi poco chiari (anche per il mio avvocato).
Il consolato parla di : pericolo di immigrazione. Non e' la prima volta che la mia ragazza viene in Italia. Le scorse volte e' sempre rientrata entro lo scadere del visto. Perché il diniego???? Io ho profondi sentimenti nei confronti della mia fidanzata. perche' ogni giorno mi capita di incontrare molte ragazze ucraine con regolare visto per turismo???? In che modo esse lo hanno ottenuto? Pagando. Ma questo e' contro la mia natura. Se la documentazione e' in regola, il consolato non puo' negarmi il visto. Sono portato a pensare che la legge italiana tuteli maggiormente la malavita che la gente onesta. Altrimenti come spiegare tutte le prostitute (dei paesi dell' est) che si vedono numerose nei luoghi di periferia? esse vivono indisturbate in Italia come clandestine. (povere ragazze incastrate con chissà quale sorta di inganno).
Avrei molte " avventure " da raccontare in merito alle mie esperienze con il consolato di Kiev. Ma preferisco sorvolare. mi preme soltanto una cosa: vivere insieme alla mia ragazza. Sembrerà stupido ma soffro molto di nostalgia da lei . Molte volte ho pianto per lei. Non mi vergogno a dirlo.
Cortesemente vorrei sapere da voi chiarimenti sulla prassi da seguire per sposare la mia ragazza in Ucraina. So che e' diritto del cittadino italiano vivere con la persona straniera eventualmente sposata. In questo modo il consolato non potrà più negare il visto alla mia ragazza.
Quali documenti dobbiamo fare?
Mi scuso per gli errori di forma e di espressione , ma sono molto nervoso per la mia situazione. Conto molto in una vostra (veloce) risposta al mio e-mail. Vi saro' riconoscente.
Prego non pubblicare la mia lettera.
Cordiali saluti.

ci siamo già sentiti per telefono, però Le volevo chiedere, perché non vuole che pubblichi la Sua lettera? sa che lo faccio sempre in anonimato (l'unica eccezione è stata per Giorgio che me l'ha espressamente autorizzato). Penso che goccia, dopo goccia sarebbe forse utile, non a me come agenzia, perché anzi, molto spesso le persone si scoraggiano leggendo di tante difficoltà, ma a tutte le persone come Lei e la Sua ragazza che si trovano in balìa della burocrazia
Sempre a Sua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova


Il motivo per cui ho chiesto di non pubblicare la mia lettera e' molto semplice: ho scritto senza badare molto alla forma e la mia paura era che fosse incomprensibile.
Se lo ritiene utile, la autorizzo a pubblicare la mia lettera (mantenendo l' anonimato).
Premetto che, se qualche persona si mostrasse interessata alla mia situazione, e lo manifestasse a lei, la autorizzo a rilasciare il mio indirizzo di posta elettronica. Credo che sarebbe molto utile. (L'unione fa la forza). Le ripeto, credo potrebbe essere utile avere la possibilità di conoscere altre persone nella mia stessa situazione.
Sono a sua disposizione per ogni chiarimento. La ringrazio di tutto cuore per la sua disponobilità.
Cordiali saluti.


Date: Fri, 17 Nov 2000 15:11:58 +0100

Subject: preoccupazione e frustrazioni di un 21enne innamorato
Salve mi presento Sono Luca 21 anni dalla provincia di Lucca.
Ok arrivo dritto al sodo: Sono innamorato di una ragazza di Minsk conosciuta due mesi fa, cosa mi ha colpito? la sua dolcezza. Ora è arrivato il grande momento a natale vado a Minsk, vado a trovarla, ma ho milioni di dubbi...
Com'è Minsk? Se ci vado da solo poi a casa ci ritorno? quanto mi costa la vita lassù? sono uno studente squattrinato, e già tra visti passaporto aereo albergo mi vanno via un sacco di soldi e le mie finanze sono all'osso con quanto si vive 8 giorni a Minsk?
So che da questa mail posso sembrare un pò strano ma non so veramente a chi altro chiedere queste informazioni basilari
Se avete voglia e tempo rispondetemi, illustrandomi un pò la citta e qualche trucco ... Grazie
Caro Luca,
andare a Minsk sarà bellissimo.
La gente è meravigliosa, sono tutti molto seri, simpatici onesti e miti. Ha già prenotato e pagato l'albergo?
Se non l'ha ancora fatto Le consiglio l'hotel Turist che, tra quelli che permettono di ottenere il visto, e' il più economico.
A Minsk c'è ancora la possibilita di fare il cambio in nero, vuol dire che se Lei cambia in banca (in albergo per lo più) le danno un tot, se invece cambia per la strada (in metropolitana oppure nei sottopassaggi c'è la gente che cambia, ma attenzione a non farsi vedere dai poliziotti in borghese!) Le danno 10 volte di più. Faccia solo attenzione a non cambiare troppo tutto insieme, perché non si sa mai che incontri qualche truffone.
Noi siamo stati tante volte e tra tutte le citta dell'Est è la città che preferiamo e vedrà che Le piacerà molto. Porti tanti regali "italiani" alla Sua ragazza e ai suoi amici/parenti: caffè, parmigiano, cioccolato e cos'altro Le viene in mente. Sarà ben ripagato perché quanto a generosità e ospitalità i bielorussi non hanno niente da invidiare ai nostri siciliani.
Solo poche volte succede che qualche ragazza non inviti l'ospite a casa e normalmente è perché non osano far vedere la loro casa magari poco accogliente. Se Le dovesse capitare non se ne crucci.
Se andrà nei ristoranti di lusso saranno cari, se invece si farà accompagnare nei ristoranti normali la differenza è enorme. In albergo troverà la guida Minsk pocket che Le sarà utilissima
Faccia buon viaggio e tanti auguri, la Sua storia d'amore sarà unica, ne vedo tante io e Le assicuro che le coppie miste sono le migliori
Sempre a Sua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova


torna all'indice torna all'indice

pagine scritte e curate da Michal Maruska & Elisabetta de Carli Maruskova.

home page agenzia matrimoniale
© Copyleft 2000-2012 Maruska