agenzia matrimoniale Maruska - domande e risposte del mese di aprile 2004

Abbiamo deciso di pubblicare lettere che riceviamo e la cui lettura può essere utile a tutti coloro che vogliono informazioni: sono lettere rigorosamente vere (naturalmente rese anonime per il rispetto della privacy)
[attenzione: qualsiasi prezzo o qualsiasi informazione riguardo a documenti, visti, orari cui si faccia riferimento in queste lettere si riferisce alla data nella quale la lettera è stata scritta]

indice delle altre lettere


aprile

Date: Wed, 21 Apr 2004 20:10:09 +0200

Subject: COD. 121721

Signora Elisabetta buona sera, come sta?
Forse non si ricorda di me. Sono Giuseppe di Torino.
Volevo, così a scopo informativo, tenerLa al corrente del mio procedere nel rapporto con Irina di Novokujbischevsk. (35059).

La ragazza è poi venuta in Italia. Per un mese.
Dovevamo venire a salutarLa, si ricorda? Poi abbiamo cambiato idea. Per pura " scaramanzia ". Lei è russa, io sono piemontese ma sembriamo, in questo, un po' napoletani!

Ora, il suo soggiorno in Italia è stato bello!
Lei si è dimostrata una brava ragazza. Le piacciono i posti belli, certo, andare al ristorante, essere un po' coccolata con qualche regalo... ma niente più. E' normale, è il comportamento usuale di qualunque donna.

Per farla arrivare inviai del denaro, circa 2300 euro di cui euro 1500 per acquistare travel check. Il resto per gli aerei e l'agenzia di viaggi.
Ottenne il visto attraverso l'Ambasciata di Francia, in quanto quella italiana lo negò.
Quando arrivò in Italia, mi restituì i soldi dei travel check. Tutti i 1500 euro. Io ebbi fiducia in lei e vidi lungo in questo.

E' una ragazza onesta e buona.
A mia madre è piaciuta molto e così pure a tutti i miei amici. Ora, ci troviamo ad un bivio.
Perché io non posso sposarla subito e quindi unica alternativa è che lei venga qui in Italia e, per essere regolarizzata, abbia un bimbo con me.

Ci stiamo seriamente pensando. E' una scelta forte e difficile. Devo dire una cosa. Questa ragazza sa amare. Forse non mi ama così forte come io amo lei, ma mi ama. Mi vuol bene. Lo sento!

E' molto sensibile. Le remore che ha a tornare da me per vivere con me, anche senza essere sposati, sono sempre e soltanto di carattere sentimentale. Pensa ai suoi genitori, ai suoi nonni, a sua sorella, alla sua gatta... Insomma, tutto ruota intorno ai sentimenti...

Dico questo perché, comunque vada, anche se ad oggi, in viaggi, ho speso un pacco di soldi, pazienza! Ho avuto la fortuna di conoscere l'amore di una donna russa. A me ha saputo dare tanto! Io spero che il buon Dio ci aiuti a continuare il nostro cammino, perché io e Irina siamo uguali, in moltissime cose, come animo e carattere.

Purtroppo, le attuali leggi del nostro Paese non ci aiutano affatto...

Auguro a tutti i suoi clienti di trovare brave ragazze come questa!

Se vuole pubblicare questa lettera, lo può fare ma, per favore, non inserisca le nostre foto, poiché non so ancora come andrà a finire.
Se Irina tornerà da me, per vivere con me, allora verremo da Lei... e sarà una Festa!
Per il momento, grazie di tutto!
Buon lavoro!
A presto!
Giuseppe

Caro Giuseppe, cosa devo dirLe? Io non avevo dubbi a riguardo, ho letto, quando le mandava a tradurre, qualche vostra lettera, e mi ricordo, erano oltre che dolci frasi d'amore, anche profonde e meditate parole. Ognuno di voi due con il proprio carattere che vi completa, una bellissima coppia. Vi faccio tanti auguri e spero di vedervi presto


Date: 20 Apr 2004 21:33:17 +0200

Subject: Re: Saluti da E. ex 121748

Preg.ma Elisabetta De Carli
Come da mail ricevuta, Le espongo i fatti che hanno portato i miei limiti di sopportazione ad esaurirsi.

Mi ero illuso che la sig. S. desiderasse conoscermi meglio ed approfondire il nostro rapporto, ma questa possibilità è sfumata da subito.

A parte l' enorme dispendio di denaro, la vera delusione riguarda il comportamento di S., così distaccata, così snob (apprezzamenti puramente negativi sugli italiani in genere e sul nostro stile di vita), austera, con umore legato esclusivamente ai soldi.
Un vero disastro.

Nonostante abbia avuto il pieno rispetto da parte mia, dei miei famigliari e degli amici, si comportava con chiaro spirito di insofferenza ed indifferenza.
Il suo carattere si è dimostrato completamente diverso dalla scorsa estate.
Fortunatamente i suoi genitori non sono così, perché si sono sempre dimostrati cordiali.

Ma andiamo a sottolineare le ragioni per cui io Le chiedo formalmente di eliminare questo pessimo esempio di donna ucraina dalla Sua Agenzia: anticipo il discorso dicendo che oltre ai numerosi regali, a S. ho spedito tutto il denaro necessario al suo viaggio e soggiorno qui da me.

La sua visita qui a Torino è stata solamente a scopo turistico e di lucro.

Appena giunta in aeroporto a Malpensa, ha cominciato a malpensare, voleva visitare l'Italia in lungo ed in largo (cosa che avrebbe potuto fare con me anche in seguito), ed arrivata a casa mia a Torino, ha subito tentato di venderci merce (comprata in Ucraina con i miei soldi), come caviale, sigarette, ecc...
La sua meschinità qui ha raggiunto l'apice.

S. evitava ogni tipo di contatto, anche i più banali come darsi la mano, baci, carezze.

Questo è solo un assaggio del suo comportamento.

Questa esperienza negativa non è da augurare a nessuno, perché qualsiasi altra donna ucraina si sarebbe comportata più rispettosamente.

Perciò, ribadisco, è meglio che nessuno dei suoi clienti abbia a che fare con una donna del genere. Ne va del rapporto di fiducia che noi clienti abbiamo con la Sua Agenzia.

P.S.
Per Sua informazione S. ha addiritura snobbato il bicerin al Caffè San Carlo,il gelato da Pepino, una cena a lume di candela da Gennarino u Vibrione ed una cena al Sibirsky.

Inoltre, cosa moltograve, si è rifiutata categoricamente di venirLa a salutare, perché ovviamente S. ha la coda di paglia:

quando era a casa mia, su internet, cercava altri partners tramite altre agenzie.
Distinti saluti E.

Caro E., pubblicherò la Sua lettera perché serva comunque di monito e di esempio per i miei clienti, ma non pubblicherò il nome e non cancellerò la scheda della ragazza.

Ora ne spiego i motivi: io capisco che per Lei, che conosco e apprezzo come una persona assolutamente seria e motivata, sia stata una grossa delusione tutta la faccenda, ma come ho già avuto modo di dirglielo, quello che è successo non mi sembra che provi l'inaffidabilità della ragazza

Voi vi siete conosciuti l'anno scorso a Kiev e, considerando che l'ha invitata in Italia, presuppongo che Lei si sia trovato bene e l'abbia considerata una brava ragazza.

Il fatto che ora invece abbia notato dei cambiamenti nel suo comportamento, io credo che dipenda dal fatto che in tutti questi mesi sono successe delle cose che hanno raffreddato entrambi.

Lei le ha mandato una somma di denaro per farla venire in Italia, senza prima premunirsi di dirmelo (cosa che Le avrei sconsigliato e che sconsiglio a tutti: mettere il denaro in mezzo ad un rapporto agli albori rischia di pregiudicare il rapporto stesso, non perché io pensi che le ragazze ne approfittino, ma perché lo pensano tutti e quindi al primo intoppo, alla prima difficoltà, l'uomo cambia atteggiamento e vede fantasmi anche dove non ce ne sono)

Infatti a dicembre Lei è venuto nel mio ufficio molto seccato raccontandomi che la ragazza era una bidonista e che Le aveva portato via i soldi, che era andato anche dai carabinieri per informarsi per una denuncia anche perché l'impiegato dell'Ambasciata (che Lei conosceva per nome e cognome) Le aveva detto che la ragazza non era nemmeno andata in ambasciata a portare i documenti, mentr'invece la ragazza a Lei diceva che le avevano negato il visto

Anche se non mi competeva in quanto Lei non aveva acquistato il nostro servizio di assistenza, ho comunque fatto telefonare alla ragazza che a noi ha raccontato per filo e per segno che all'ambasciata non le avevano dato il visto perché il suo passaporto non andava bene e che allora lei se lo era fatto rifare e dopo un mese l'avrebbe nuovamente richiesto. La ragazza ci ha anche letto tutte le informazioni prese in ambasciata. Non avevo quindi nessun motivo di dubitare e, come si ricorderà, Le ho detto di tranquillizzarsi che la ragazza sarebbe venuta e che non le voleva portare via i soldi.

Lei ha continuato comunque a dubitare della ragazza e anche se a me diceva che con la ragazza non ne faceva parola io sono sicura che i vostri rapporti di questo ne hanno risentito

Non metto in dubbio che l'atteggiamento della ragazza come Lei l'ha descritto, non sia quello di una persona che voglia approfondire una storia d'amore, ma sono certa che una storia d'amore per sbocciare ha bisogno di fiducia e Lei a questa ragazza non ne ha data affatto

Concludo dicendole che la ragazza, questa sera, ascoltata al telefono, ha così risposto:

Lui quando sono arrivata era cambiato, molto diverso da quando era a Kiev Lui mi aveva chiesto per i suoi amici delle sigarette, con i soldi di mio papà, io le ho comprate, poi loro non le volevano più, trenta euro di sigarette, non c'è problema, me le sono riportate indietro

Io ho speso molto di più di quello che lui mi ha mandato per il viaggio, ho le ricevute e posso provarglielo

Lui pensava, che arrivando in Italia, lui potesse comprare il mio amore: l'amore non si compra, non serve andare in ristorante o pagare la colazione, l'amore è una cosa che nasce da solo

Lui quando dovevo partire non voleva accompagnarmi, doveva lavorare, voleva che partissi da Torino, non si poteva

Concludo dicendoLe che non intendo più parlare di questa storia, Lei ha acquistato da noi il servizio "prassi visibilità", che __non__ comprende la nostra assistenza, né comprende la mia consulenza. Il mio lavoro (con questa formula) termina quando Le fornisco l'indirizzo delle persone che Le si vogliono presentare.

Le ho chiesto di scrivermi piuttosto che venire in ufficio perché preferisco gestire il mio tempo, Lei questa sera voleva di nuovo parlarmi al telefono, La prego di non abusare però della mia gentilezza

siamo sempre a Sua disposizione, cari saluti
Elisabetta de Carli Maruskova


Date: 17 Apr 2004 07:48:25 -0000

Subject: from 116371 /Bando di concorso

Le invio informazioni relative ad un bando di concorso per persone madrelingua russe regolarmente residenti in Italia (è a Reggio Emilia).

(REGGIO EMILIA)
Azienda USL di Reggio Emilia conferisce un incarico a Mediatore linguistico-culturale di etnia russa.
Scadenza 22 aprile 2004
info: www.ausl.re.it
tel. 0522.335479
Boll. Uff. Regione Emilia-Romagna n. 45/2004


Date: Thu, 1 Apr 2004 19:44:09 +0400

Buongiorno Elisabetta,
voglio comunicarvi che tuttora sono in ricerca. Nella mia scheda sul sito c'è scritto che ho scelto Dario ma attualmente abbiamo interrotto la conoscenza. Voglio chiedervi: sono disponibili i miei dati a altri uomini?
Vorrei scrivere nella scheda che ora sono libera ma non so come farlo.

Dario, tra l'altro, ha agito male con me, ho comprato il biglietto per Mosca, ho speso i soldi per il viaggio e lui è sparito. Ora so che non solo le donne russe fregano gli uomini stranieri, ma anche gli uomini fregano le donne russe

So che conoscete Dario, mandategli un Grande Saluto da me e che non si comporti più così con le donne russe
Grazie, Lilia

Dobry den' Elisabetta
Chochy soobschit' Vam, chto vce esche nahoschuc' v poiske. V moei ankete na saite ykasano, chto ia vibrala Dario, no v dannyi moment, my prekratili obschenie. I ia hochy sprosit': otkryty li moi dannye dlia drugih men.
Ia hotela by ykasat' v ankete, chto ia svobodna seichas, no ne snau kak eto sdelat'.

Da, kstati, Dario postupil ochen plocho so mnoi. Ia kupila bilet v Moscow, potratila den'gi na poezdku, a on propal. Teper' ia znau, chto ne tol'ko russkie woman obmanyvaut innostrannych men, no i men obmanuvaut russkich woman.

Ia znau, chto Vy znakomy s Dario, peredaite emy Bolschoi Privet ot menia i pust' bol'sche tak ne postupaet s woman from Russia.
Thank you
Spasibo, Lilia


pagine scritte e curate da Michal Maruska & Elisabetta de Carli Maruskova.

home page agenzia matrimoniale
© Copyleft 2000-2012 Maruska